[Nuova Venezia] – Le Carline, dove il vino ha un futuro

[Nuova Venezia] – Le Carline, dove il vino ha un futuro

Dalla rubrica “MANGIAR BENE” de “La Nuova Venezia” del 10 novembre 2008

Le Carline, dove il vino ha un futuro

Biologico, barrique e la continua ricerca di Daniele Piccinin

[Nuova Venezia] - Le Carline, dove il vino ha un futuro (10 novembre 2008)logo La Nuova Venezia, quotidiano locale di Venezia del Gruppo L’EspressoIncontrare i vini, le aziende vitivinicole e le loro realtà produttive. Ecco l’idea che inaugura uno spazio nuovo all’interno della rubrica: ragionare di vino per dire come cambia e vive il territorio. Un appuntamento consueto per trovare storie e tradizioni, proposte ed innovazioni, convinti che per raccontare il presente bisogna guardare avanti, radicandosi nel passato. Il nostro viaggio comincia a Belfiore di Pramaggiore, dove le tracce della Via Annia raccontano anche la vigna, magari ripensata con i concetti attuali della cultura biologica: guarda caso, antichissima, perché precede l’uso degli antiparassitari e prevede il concreto e quotidiano intervento delle mani. Come a Le Carline di Belfiore.
(di Aldo Trivellato)

[vedi testo dell’articolo]

Allegati:
logo La Nuova Venezia, quotidiano locale di Venezia del Gruppo L’Espresso
[Nuova Venezia] - Le Carline, dove il vino ha un futuro (10 novembre 2008)